Archivi tag: Solar Impulse

Torna a volare Solar Impulse 2

imagesAppuntamento ad aprile del 2016 con Solar Impulse 2, l’aereo alimentato a energia solare che avevo dovuto interrompere il giro del mondo lo scorso luglio, quando durante la traversata dell’Oceano Pacifico alcuni problemi alle batterie avevano costretto i piloti Bertrand Piccard e André Borschberg a rinunciare all’epica impresa.

L’annuncio è stato dato dallo stesso Borschberg nel corso della COP21 di Parigi, il quale ha anche affermato: «siamo tutti molto concentrati e in attesa di riprendere il viaggio l’anno prossimo». La tabella di marcia rivede dei voli di prova a marzo 2016, dopodiché il giro del mondo potrà continuare.

Da ricordare che Solar Impulse 2 ha ali lunghe 72 metri, coperte da 17 mila celle fotovoltaiche ad alto rendimento. La radiazione solare assorbita durante il giorno serve, in parte, ad azionare i quattro motori elettrici a elica e i servizi di bordo, mentre in parte ricarica le batterie, la cui energia serve durante la notte ad alimentare i motori.

[foto da rhinecapital.com]

Annunci

Maltempo, atterraggio d’emergenza per Solar Impulse 2

imagesSettima tappa compromessa dal maltempo, per Solar Impulse 2, l’aereo solare impegnato a compiere il giro del mondo. Lo straordinario velivolo è decollato da Nanchino alle 20 di ieri sera, e secondo i programmi avrebbe dovuto sorvolare l’Oceano Pacifico per oltre 8mila chilometri raggiungendo le Hawaii. Il tutto, alimentato solo dalle 17mila celle fotovoltaiche installate sulle sue ali.

A causa delle cattive condizioni meteo, tuttavia, i due piloti Bertrand Piccard e André Borschberg hanno dovuto effettuare un atterraggio d’emergenza in Giappone. Partito lo scorso 9 marzo da Abu Dhabi, Solar Impulse 2 stava affrontando la tappa la più impegnativa, visto che fino a oggi non aveva mai volato per oltre 20 ore consecutive.

“Devo essere pronto per l’ignoto: non so come l’aereo si comporterà durante così tanti giorni e notti”, aveva twittato Borschberg, prima del decollo. Ora non resta che attendere un miglioramento del tempo per riprendere l’avventura. Perché la scommessa continua.

 

[foto da sun4all.com]

Solar Impulse 2, l’aereo solare pronto alla tappa oceanica

photoSi è conclusa con successo la sesta tappa di Solar Impluse 2, l’aereo alimentato a energia solare che sta compiendo il giro del mondo.

Si è trattato di una tappa interamente “made in China”, di circa 1400 chilometri, dalla città di Chongqing a quella di Nanchino. La partenza è stata più volte ritardata causa maltempo, e così il pilota Bertrand Piccard e il suo team hanno colto l’occasione per partecipare a conferenze ed eventi di sensibilizzazione sull’uso delle energie rinnovabili.

Il velivolo, alimentato da più di 17.000 pannelli fotovoltaici ,è dunque alla metà dell’opera, visto che sono previste 12 tappe per completare la circumnavigazione del globo anche se in termini di chilometri ne sono stati percorsi circa il 20% dei 35mila totali.

Ora, per Piccard e il suo copilota André Borschberg, inizia la parte più impegnativa visto che dovranno sorvolare l’Oceano Pacifico facendo tappa alle Hawaii prima di raggiungere gli Stati Uniti. Poi, in programma l’attraversamento dell’Atlantico per approdare in Europa prima di tornare ad Abu Dhabi, da dove era partito lo scorso 9 marzo.

[foto da youtube.com]

Solar Impulse 2, partito il giro del mondo dell’aereo solare

solar-impulse-2-first-sunbath-tilt-shiftÈ partito ieri da Abu Dhabi il giro intorno al mondo di Solar Impulse 2, l’aereo alimentato a energia solare ideato da Bertrand Piccard.
Un autentico prodigio tecnologico, con un’apertura alare di 63 metri, appena superiore a quella di un Airbus A380, il più grande aereo di linea nel mondo.

Tutte e due le ali sono ricoperte da 17.248 celle solari, mentre la parte inferiore contiene un insieme di accumulatori litio-polimero, oltre a un motore da 10 cavalli e a un’elica a due pale.

Si tratta di un’impresa unica, che segue il “coast to coast” degli Stati Uniti compiuto nel 2013.
I tempi stimati sono intorno ai 5 mesi, durante i quali Piccard si alternerà alla guida del velivolo con Andre Borshberg per percorrere i 35mila chilometri previsti dal viaggio.

Come riportato sul sito web del progetto,Solar Impulse vuole mobilitare l’entusiasmo del pubblico a favore di tecnologie che permetteranno diminuito la dipendenza dai combustibili fossili, e indurre emozioni positive sulle energie rinnovabili”.

Il volo farà scalo in India, Myanmar e Cina prima di affrontare il tratto più impegnativo rappresentato dalla traversata dell’Oceano Pacifico per raggiungere gli Stati Uniti. Da lì l’aereo raggiungerà l’Europa meridionale per  fare ritorno ad Abu Dhabi.

 

“I miracoli possono essere raggiunti grazie a fonti rinnovabili come l’energia solare”, ha affermato prima della partenza Piccard.E noi vogliamo dimostrare di poter volare giorno e notte in un aereo senza una goccia di carburante”.

 

[foto da solarimpulse.com]

Partirà da Abu Dhabi il giro del mondo di Solar Impulse, l’aereo che va a energia solare

Solar-Impulse-Solar Impulse è una vecchia conoscenza di Energie Rinnovate. Dalla prima grande impresa, quando volò dalla Svizzera a Marocco, alla traversata degli Stati Uniti “coast to coast”, vi ho raccontato la storia di questo incredibile aeroplano che è mosso solo dall’energia solare.

Ora, “Solar Impulse 2” si prepara ad affrontare la sua sfida più grande: compiere il giro del mondo. La partenza è già stata programmata per marzo 2015, quando il velivolo solare spiccherà il volo da Abu Dhabi.

I fondatori del progetto nonché piloti dell’aereo, gli svizzeri Bertrand Piccard e André Borschberg, contano di completare il viaggio in quattro o cinque mesi. La tabella di marcia prevede diversi scali in tutti e 5 i continenti e alcune tappe, come la traversata dei due Oceani, potrebbero richiedere cinque o sei giorni consecutivi di volo.

“Abbiamo scelto Abu Dhabi come il punto di partenza e di ritorno per il giro del mondo, per il suo clima, le infrastrutture presenti e per l’impegno profuso dall’Emirato per tecnologie pulite”, ha commentato Borschberg in una nota stampa. Il team di lavoro sbarcherà ad Abu Dhabi il prossimo gennaio.

 

[foto da nonsoloeco.com]

Solar Impluse, prove di giro del mondo

RTEmagicC_Solar_Impulse_UK_page_image_2.jpgLo avevo preannunciato ad aprile, ed ecco che iniziano i primi test per Solar Impulse 2, il nuovo prototipo di aereo solare che si prepara a compiere il giro del mondo.

L’impresa è in programma per il prossimo anno, ma i due piloti André Borschberg e Bertrand Piccard hanno compiuto il primo volo di prova la settimana scorsa nei cieli della Svizzera. La quota massima raggiunta durante la prova è stata di 1.670 metri e la velocità media di poco superiore ai 55 chilometri all’ora. “Questo volo inaugurale è una tappa importante, un ulteriore passo verso il giro del mondo”, ha commentato André Borschberg.

Rispetto al primo modello, Solar Impulse 2 integra nuove tecnologie per essere più efficiente, affidabile e, in particolare, più adatto ai voli a lungo raggio. “È il primo aereo che avrà una resistenza quasi illimitata”, ha aggiunto Borschberg.

Solar Impulse 2 ha un’apertura alare di 72 metri, 8 in più rispetto al predecessore, ed è coperto da 17.000 celle solari che alimentanoquattro motori elettrici. Durante il giorno, le celle ricaricano le batterie (rigorosamente al litio) permettendo così anche il volo notturno.

Per quanto riguarda il giro del mondo, il velivolo partirà dalla Regione del Golfo per sorvolare sopra il Mare Arabico e si dirigerà verso India e Cina prima di attraversare il Pacifico, gli Stati Uniti, l’Atlantico e l’Europa meridionale.

[foto da altran.co.uk]

Solar Impulse, sfida mondiale

1397118803_Solar-Impulse-2-Daylight-Revillard-600x335Non è la prima volta che su Energie Rinnovate di parla di Solar Impulse, l’aereo alimentato esclusivamente dall’energia solare. Dopo aver compiuto diverse trasvolate, tra cui il “coast to coast” degli Stati Uniti, ora si prepara a compiere il giro del mondo.
Proprio la settimana scorsa è stato presentato Solar Impulse 2, monoposto come il suo antenato, che dovrà circumnavigare il pianeta senza l’utilizzo di carburanti.

Un team composto da ben 80 tecnici ha lavorato per costruire un veivolo ancora più performante, da mettere a disposizione dei piloti Bertrand Piccard e André Borschberg.

“La visione non conta nulla se non è sostenuta dall’azione. Con gli 8 record mondiali del Solar Impulse 1, il primo aereo ad energia solare in grado di volare durante la notte, attraversare due continenti e volare attraverso gli Stati Uniti, abbiamo dimostrato che le tecnologie pulite e le energie rinnovabili possono realizzare l’impossibile”, ha affermato Bertrand Piccard, fondatore e Presidente di Solar Impulse. “Adesso dobbiamo andare ancora oltre”, ha aggiunto André Borschberg, co-fondatore e Amministratore Delegato. “Solar Impulse 2 avrà un’autonomia virtualmente illimitata e ora dobbiamo assicurarci che il pilota sia “sostenibile” tanto quanto il suo aereo. Questo è il motivo per cui il volo intorno al mondo sarà un’impresa tanto umana quanto tecnologica”.

 

Solar Impulse 2 dovrà essere in grado di volare per 5 giorni senza sosta, attraversando l’oceano. Ovviamente, l’unica energia su cui potrà contare sarà quella solare, catturata dai pannelli fotovoltaici montati sulle ali.
Tra circa un mese comincereannoi voli di prova e a marzo 2015 Solar Impulse 2 partirà dall’area del Golfo sorvolando in ordine Mar Arabico, India, Birmania, Cina, Oceano Pacifico, Stati Uniti, Oceano Atlantico ed Europa del Sud o Nord d’Africa prima di concludere l’impresa ritornando al punto di partenza.

[foto da wired.it]