Archivi tag: Milano

Milano, l’auto elettrica si ricarica in 20 minuti

imagesOggi a Milano per ricaricare un’auto elettrica bastano 20 minuti. La scorsa settimana sono state infatti inaugurate otto stazioni di nuova generazione grazie all’accordo tra Comune, A2A e Nissan Italia. I nuovi distributori, che si trovano in via Manin, via Santa Valeria, via Durando, via Melchiorre Gioia, piazza Leonardo Da Vinci, via Taramelli, piazza 6 Febbraio, via Freguglia, piazzale Egeo, corso Indipendenza, via Sassetti e corso Lodi, permettono infatti di fare l’80% del pieno elettrico in appena 20 minuti.

Milano accelera dunque per quanto riguarda la mobilità sostenibile, ed è la prima grande città italiana di dotarsi di un sistema così diffuso e capillare di infrastrutture pubbliche per favorire l’ecomobilità.

 

Bruno Mattucci, amministratore delegato di Nissan Italia, ha dichiarato: ”Alla luce dei tempi rapidi di rifornimento, ogni colonnina diventa un distributore di tipo classico per veicoli elettrici in cui è possibile una rotazione veloce di molti veicoli. Siamo pronti a collaborare anche con le pubbliche amministrazioni delle altre città italiane: bisogna mettersi a un tavolo, coinvolgere un distributore di energia e lavorare insieme.”.

[foto da ecoblog.it]

A Milano la mobilità è sempre più elettrica

18116902_mlGrazie a una nuova partnership stipulata tra Nissan e A2A, a Milano sono in arrivo dodici nuove colonnine per la ricarica rapida di veicoli elettrici. Ad annunciarlo una nota redatta da Palazzo Marino, che sottolinea come l’accordo sia stato raggiunto in vista della finale di Champions League, in programma a San Siro il prossimo 28 maggio.

 

In particolare, mentre A2A ha sviluppato un proprio sistema di gestione della ricarica, Nissan ha progettato le nuove infrastrutture di ricarica, che renderanno Milano ancor più all’avanguardia in tema di mobilità sostenibile. Secondo quando si apprende, le nuove stazioni andranno ad aggiungersi alle 32 già presenti rendendo Milano la città italiana con il maggior numero di stazioni di ricarica sul proprio territorio.

 

“Il futuro delle grandi città è a impatto zero – ha sottolineato l’assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran -. Milano, che negli ultimi 3-4 anni ha vinto la grande sfida della sharing mobility, nei prossimi 5 dovrà diventare il laboratorio della mobilità elettrica”.

Secondo i dati forniti, le nuove infrastrutture permetteranno una ricarica dell’80% della batteria in massimo 30 minuti e renderanno più agevole l’utilizzo di veicoli elettrici, contribuendo all’abbattimento delle emissioni inquinanti.

 

[foto da energia112.it]

Bologna, Milano e Torino smart city d’Italia

smart-citiesUn censimento condotto in 116 capoluoghi di provincia italiani, analizzandone infrastrutture e reti, sensoristica, elaborazione e valorizzazione dei big data del territorio, applicazioni e servii.

È lo Smart City Index realizzato da Ernst & Young presentato a Roma la scorsa settimana, che vede Bologna, Milano e Torino saldamente in testa. Nono posto per la capitale, seguita da Firenze e Genova, mentre sempre drammatica è la situazione del mezzogiorno: Napoli 32esima, Lecce 52esima mentre la maglia nera resta in Sicilia con i principali capoluoghi che, come nel 2014, si attestano in fondo della classifica.

Tra le città di medie dimensioni, da registrare il quarto posto di Mantova e il quinto di Parma, che sorpassa Trento. In generale, anche nel 2016 si conferma l’esistenza di uno stretto legame tra smartness e qualità della vita con due particolari tipologie di città: quelle del «benessere analogico», cioè con un’alta qualità della vita ma poca innovazione (come Fermo, Lanusei, Tempio Pausania e Olbia) e quelle del «riscatto Smart» che, pur non offrendo una qualità della vita particolarmente alta, trovano nel modello smart city un’occasione di innovazione (come Napoli, Bari e Lecce).

 

[foto da casa24.ilsole24ore.com]

Milano Smart City, la fibra ottica viaggia nelle fogne

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Saranno i condotto fognari cittadini a trasportare la banda larga nei piccoli comuni dell’hinterland milanese, secondo quanto stabilito dall’accordo firmato da Città Metropolitana e il Gruppo CAP.

“Si tratta del primo passo del piano industriale di sviluppo della fibra ottica che sarà presentato all’inizio del 2016, e rappresenta un intervento strategico da parte della nostra azienda – ha commentato Alessandro Russo, Presidente del Gruppo CAP -, che si conferma un player di rete e un partner fondamentale dei Comuni, in grado di creare valore nella gestione pubblica della risorsa idrica anche attraverso progetti che contribuiscono a sviluppare il benessere sociale delle comunità locali. Il territorio, grazie all’estensione della banda larga direttamente nelle reti fognarie, potrà servirsi della nuova infrastruttura senza bisogno di posare nuovi tubi e sostenere nuovi costi e con ridotti impatti sull’ambiente.”

Si tratta di un altro piccolo grande passo verso il traguardo Milano Smart City, compiuto sulla falsariga di quanto avvenuto a New York, dove i cavi della fibra ottica sono stati inseriti nella vecchia rete idrica antincendio, e a Los Angeles, dove sono state sfruttate le linee della metropolitana.

Milano intende dunque diventare uno dei territori più cablati d’Europa, competendo a viso aperto con le smart city continentali.

 

[foto da trn-news.it]

Milano smart city numero uno in Italia

imagesMilano al primo posto, seguita da Bologna, Firenze, Modena e Venezia. È l’I-City Rate 2015, la classifica delle città più smart d’Italia redatta dal City Lab. Il report, che sintetizza quanto riportato dalla ricerca del Forum Pa in collaborazione con Openpolis, ha analizzato i capoluoghi italiani per quantificarne il livello di sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Scendendo dai primi posti verso il basso, al 21esimo posto troviamo Roma, che perde ben nove posizioni rispetto allo scorso anno. Uno scivolone dovuto all’aggiunta degli indicatori di legalità, non erano presenti nella versione 2014. Per quanto riguarda le classifiche di categoria, la Capitale categoria ha guadagnato il terzo posto in economy, il nono in people, il dodicesimo in living e il diciottesimo in mobility.

All’ultimo posto troviamo invece Crotone, mentre poco più in alto ci sono Vibo Valentia, Agrigento e Caltanissetta.

 

[foto da jobnotizie.it]

L’efficienza energetica entra in scena alla Scala di Milano

scala-milano-187749Un piano che prevede interventi di efficienza energetica per oltre 3 milioni di euro. È quello definito dal Teatro alla Scala di Milano, e che spazia dall’illuminazione a Led alla riduzione dei consumi idrici fino a nuovi sistemi di compensazione climatica. Il tutto, per una riduzione di circa 127 tonnellate di emissioni di CO2.

Il teatro più famoso d’Italia ha firmato un accordo quinquennale con Cofely Italia che prevede la gestione, manutenzione e supervisione degli impianti di climatizzazione, illuminazione, elettricità, idrico-sanitari e anti-incendio del palazzo. Previsti inoltre diversi interventi di efficientamento energetico su una superficie di circa 73mila metri quadrati.

Tra le prime operazioni in programma, la sostituzione di 1.800 lampade tradizionali con lampadine a Led. Gli altri principali interventi previsti riguarderanno la sostituzione di 5 gruppi frigoriferi energivori con altrettanti ad alto rendimento, oltre all’installazione di due impianti solari – uno fotovoltaico e uno termico – e di un impianto di cogenerazione da 100 kWe.

 

[foto da expo2015notizie.it]

A Milano il Festival dell’Energia (sostenibile)

Festival_2015_per_blogDalle rinnovabili all’efficienza energetica fino alle tecnologie più innovative e alla gestione dei rifiuti. Di questo e molto altro di parla al Festival dell’Energia di Milano, che da oggi e fino al 30 maggio coinvolgerà il grande pubblico in un viaggio all’interno del mondo dell’energia.

Per tre giorni, molti tra i principali esperti del settore daranno vita a incontri e tavole rotonde dedicate al tema dell’energia sostenibile. Non solo, perché sono in programma anche alcune iniziative speciali come l’apertura straordinaria dei laboratori di ricerca del Politecnico di Milano o una giornata interamente dedicata ai ragazzi: sabato 30, infatti, verrà appositamente allestita un’area didattica interattiva dove imparare a conoscere e a rispettare l’ambiente giocando e divertendosi.

Tra gli incontri tematici principali della manifestazione, quello di apertura di giovedì 28 intitolato “Energia per il Pianeta terra” in programma a Palazzo marino, quello dedicato allo sviluppo delle rinnovabili intitolato “Rinnovare l’energia per l’Italia” di venerdì 29 alle ore 10 e la tavola rotonda “Geoscenari in movimento” sempre venerdì ma alle ore 16.

 

[foto da festivaldellenergia.it]