USA: tutti pazzi per l’eolico offshore

offshoreL’appetito vien mangiando, recita un antico proverbio che si estende al di là del campo “alimentare”. Gli USA, infatti, pur dovendo ancora mettere in funzione il loro primo impianto eolico offshore, sono già pronti a lanciarsi in questo settore come rivela la National Offshore Wind Strategy, il piano di sviluppo con cui la Casa Bianca mira a raggiungere – salvo ripensamenti del prossimo presidente – 86 GW di energia eolica marina entro il 2050.

Certo, la data non è proprio dietro l’angolo ma, se la tabella di marcia venisse rispettata, le’lico offshore  potrebbe arrivare a portare energia a 23 milioni di abitazioni.

“Questa Amministrazione – ha commentato il Segretario agli Interni, Sally Jewell – ha effettuato investimenti significativi nel settore delle tecnologie energetiche pulite, sostenendo da sempre un mix diversificato capace di contribuire a soddisfare il nostro piano d’azione per il clima”.

Secondo un’analisi preliminare, la National Offshore Wind Strategy porterebbe notevoli benefici quantificabili in 160.000 nuovi posti di lavoro, oltre a ridurre il consumo di acqua del settore energetico del 5 per cento, contribuendo a tagliare le emissioni di gas serra del 1,8 per cento.

 

[foto da greenstyle.it]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...