Europa, nel 2030 il fotovoltaico sarà la fonte più conveniente

indexDopo aver raggiunto i 100 GW di capacità fotovoltaica installata, l’Europa si prepara a un futuro sempre più solare. Un recente studio pubblicato da KCI InnoEnergy afferma infatti che il fotovoltaico potrebbe diventare fonte di energia più economica nei ventotto stati membri entro il 2030.

Secondo lo studio, grazie alle innovazioni tecnologiche i prezzi potrebbero ridursi del 30% già entro il 2030. Questo dato, se combinato con altri eventi come, ad esempio, la riduzione dei costi nei processi di connessione alla rete e di industrializzazione, potrebbe portare a un calo complessivo che potrebbe sfiorare il 50%. In soldoni, ed è proprio il caso di dirlo, si passerebbe dai dai 77-80 euro per MWh di oggi ad una media di 43-49 euro per MWh nel 2030 per gli impianti a terra, mentre quelli integrati negli edifici saranno “leggermente più costosi”.

“Ciò significa che il fotovoltaico diverrà una delle fonti a più basso costo di produzione di energia elettrica in Europa”, ha commentato Emilien Simonot, coordinatore del rapporto. Nella ricerca sono indicate inoltre le sette innovazioni strategiche su cui puntare per raggiungere l’obiettivo a partire dai processi produttivi delle celle solari in silicio cristallino e quelle in film sottile.

[foto da agsm.it]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...