Scozia, chiusa l’ultima centrale al carbone

3000Dopo 115 anni, la Scozia ha smesso di produrre elettricità dal carbone. La settimana scorsa, davanti a lavoratori e giornalisti, è stato infatti chiuso l’impianto di Longannet, l’ultimo a essere rimasto in attività.

Secondo i piani del governo, entro il 2020 i 5 milioni di cittadini scozzesi avranno solo elettricità prodotta da fonti rinnovabili che, ad oggi, coprono oltre il 50% dei consumi. La Scozia è tra i Paesi che hanno maggiormente investito nella green energy, soprattutto per quanto riguarda l’eolico. Basti pensare che il più grande parco eolico della Scozia è anche il primo del Regno Unito intero. Whitelee Wind Farm vicino a Glasgow ha una capacità di 539 megawatt e genera elettricità sufficiente ad alimentare poco meno di 300mila case.

«Il carbone è stato a lungo la forza dominante nell’arsenale per la produzione dell’energia elettrica in Scozia – ha detto Hugh Finlay, direttore di Scottish Power – Ma la chiusura di Longannet segna la fine di un’epoca».

[foto da theguardian.com]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...