Pomodori, ma quanta energia (elettrica)!

534-pomodoro-belmonte_1Il pomodoro non è solamente uno degli ingredienti principali della cucina italiana, ma a quanto sembra può diventare anche una inaspettata fonte di energia elettrica. È quello che hanno scoperto alcuni ricercatori statunitensi, che in occasione del 251esimo meeting annuale dell’American Chemical Society hanno presentato un progetto pilota che prevede lo sfruttamento di pomodori danneggiati all’interno di pile a combustibile biologico.

 

Gli scienziati hanno dato vita al curioso esperimento il Florida, dove ogni anno vengono scartate 396mila tonnellate di pomodori giudicati invendibili perché imperfetti. I ricercatori hanno così sviluppato una cella elettrochimica microbiologica capace di sfruttare i rifiuti del prezioso frutto per generare elettricità. Come? In pratica, le celle utilizzano i batteri per scomporre e ossidare il materiale organico: il processo ossidativo innescato dai batteri rilascia una certa quantità di elettroni che divengono così fonte di elettricità.
Secondo gli scienziati, con la quantità di pomodori scartata in Florida ogni anno si potrebbero soddisfare i consumi elettrici del parco giochi Disney World per tre mesi.

[foto da ingegnoli.it]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...