Fotovoltaico galleggiante per Malta?

malta-harbour_1589074c

 

 

 

 

 

 

 

Una serie di parchi solari galleggianti per raggiungere il 10% di produzione energetica da rinnovabili entro il 2020.
Potrebbe essere questa la strada giusta per Malta, il che ha stanziato 200mila euro per esaminare il progetto.

L’isola è infatti ancora molto dipendente dal petrolio, e tempo fa aveva considerato la possibilità dell’eolico offshore per aumentare l’energia prodotta da rinnovabili nel suo mix.

Tuttavia, vista la favorevole posizione geografica, anche il solare offre notevoli possibilità: il vero problema è che Malta è piccola. Ecco perché il Consiglio maltese per la Scienza e la Tecnologia sta considerando l’idea di parchi solari galleggianti sul mare. Il Consiglio ha finanziato con 200 mila euro un progetto di 3 anni per esaminare la questione.

Il progetto, chiamato “Solaqua”, sarà un importante banco di prova per il “solare galleggiante” che è già stato adottato in diversi luoghi come Australia, Brasile, India, Giappone e Stati Uniti. Un genere di infrastruttura che presenta alcuni vantaggi, come il fatto che i riflessi della superficie dell’acqua e il suo effetto di raffreddamento permettono di aumentare la resa elettrica dei pannelli solari.

“Solaqua” sarebbe tuttavia il primo tentativo di installare il fotovoltaico galleggiante in mare aperto.

[foto da telegraph.co.uk]

Annunci

Una risposta a “Fotovoltaico galleggiante per Malta?

  1. Pingback: Il Giappone scopre il fotovoltaico galleggiante | Energie Rinnovate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...