Parigi, la Gare de l’Est diventa una centrale solare

c8b50fbb-684f-46d6-92cd-1ae431e0ba19È la centrale solare più potente di tutta la Francia, e forse basterebbe questo per parlarne. Ma il fatto che sorga nel pieno centro di Parigi rende la cosa assolutamente eccezionale.

 

Inaugurato dal Sindaco Bertrand Delanoë, l’impianto è infatti installato sul tetto di un vecchio deposito delle ferrovie, la Halle Pajol, oggi trasformato in moderno centro multifunzionale.

E non si tratta solo di un eccellente esempio di produzione energetica sostenibile integrata nel centro cittadino. Perché dalla nuova Halle Pajol partirà la riqualificazione del quartiere, ed è considerato un progetto pilota capace di essere replicato anche altrove.

L’ex deposito si presenta come una struttura metallica lunga circa 140 metri, il cui scheletro è sormontato da una classica tettoia dell’architettura industriale. Ed è proprio qui sopra che sono stati installati i pannelli, orientati a sud e inclinati di 30 gradi.

 

La centrale, in grado di produrre 400mila khw annui, è costituita da 2mila pannelli fotovoltaici che occupano una superficie di 3.500 metri quadri. L’operazione è costata oltre 1 milione e mezzo di euro e verrà in parte ripagata dall’energia solare in eccesso, che il Comune rivenderà a Electricité de France.

L’edificio, infatti, produce più energia di quanta ne consumi visto che è già estremamente luminoso di suo e con esigenze di riscaldamento pressoché nulle. Ma rappresenta senz’altro un manifesto per la città di Parigi, in termini di promozione culturale, di ecologia e di sviluppo sostenibile.

 

[foto da it.aiolusnews.com]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...