Brasile, meno nucleare e più eolico?

TRSsOfB4P8a3hkgxCIwImN50IOHQ3A0JwRQSx8h-9flrNSCLgOp23WE0gFXyPfXJywOotA=s113Vento sì, ma tutt’altro che radioattivo. È ciò che evidentemente stanno pensando i brasiliani, i quali sono alle prese con un importante ripensamento della propria politica energetica.

La spinta sembrerebbe provenire dai recenti problemi riscontrati alla centrale nucleare di Fukushima, dove si continua a combattere con fughe di radioattività. E così, a Brasilia si è deciso di abbandonare i piani che prevedevano la costruzione di 4 centrali nucleari entro il 2030.

“Dopo il Giappone, le cose vanno messe in stand-byha dichiarato Mauricio Tolmasquim, a capo dell’Energy Research Company.

Al momento, nel Paese ci sono già due centrali nucleari funzionanti e una terza in costruzione. Non è ancora chiaro che fine faranno, ma quello che è sicuro è che bisogna comunque trovare un’alternativa. Che sembra essere già stata individuata.

“Questo è il momento di energia eolica”, ha dichiarato ancora Tolmasquim. “C’è stata un’autentica rivoluzione in termini di costo”. Tutto lascia quindi pensare a una scelta precisa, a cui si dovrebbe accompagnare la progressiva crescita delle istallazioni solari per far scendere ulteriormente i prezzi dell’energia elettrica, ancora tra i più cari al mondo.

Ad oggi, il mix energetico brasiliano è composto al 75% dall’idroelettrico, ma nei periodi di siccità il settore va in crisi rendendo necessari sistemi alternativi di produzione.

 

[foto da wall-street.ro]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...