Dalla Francia all’Italia, cresce la mobilità elettrica

_roma_e_enel_insieme_per_una_mobilit_sostenibile_9702Nuova importante intesa raggiunta da due colossi industriali per lo sviluppo della mobilità elettrica. La scorsa settimana è stato infatti siglata un’importante intesa tra Renault e Bollore, che sottolinea l’impegno della Francia a sviluppare la mobilità a impatto zero.

In particolare, la collaborazione verterà su tre aree di intervento, a partire da una nuova joint venture tra le due realtà per la commercializzazione di soluzioni complete di car-sharing elettrico in Francia e all’estero.

L’accordo prevede inoltre la possibilità di trasferire allo stabilimento di Dieppe del gruppo Renault una parte della produzione delle Bluecar, la citycar progettata da Pininfarina. Infine, ventilata anche  la possibilità per la Renault di sviluppare e produrre un nuovo veicolo elettrico a tre posti, dotato di una batteria da 20 kWh e con un’autonomia di oltre 200 km, da destinare specificatamente al servizio Autolib.

Ma anche in Italia la e-mobility ha compiuto ultimamente passi molto importanti. L’Enel ha infatti siglato importati accordi con Regione Umbria, Regione Liguria e Regione Basilicata, in base ai quali saranno installati nelle tre regioni decine di nuove stazioni per la ricarica delle auto elettriche.

Il tema della mobilità sostenibile è tra le sfide più importanti che ci attendono nel prossimo futuro. A questo proposito, segnalo che fino al 22 settembre è in corso la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, il cui slogan di qusta edizione è “Clean Air? It’s your move!”.

 

[foto da omniauto.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...