Solar Impulse non si ferma, nonostante l’uragano

solar-impulse“Più del maltempo poté il solare”. Parafrasando Dante, si potrebbe sintetizzare così la terza tappa della traversata ‘coast to coast’ degli Stati Uniti di Solar Impulse, l’aereo alimentato esclusivamente dall’energia del sole.

Dopo essere partito da San Francisco e aver fatto la prima tappa a Phoenix, circa una decina di giorni fa lo avevamo lasciato a Dallas, pronto a partire alla volta di St. Louis.
Ma la città del Missouri è stata colpita da un uragano che ha danneggiato il deposito del Lambert-St. Louis International Airport che avrebbe dovuto ospitare l’aereo solare.

Ma Bertrand Piccard e André Borschberg, i due piloti, non si sono persi d’animo e hanno preso comunque il volo, visto che hanno deciso di utilizzare un innovativo hangar gonfiabile prodotto dall’italiana Fly in Balloons.

Dopo 21 ore e 21 minuti, l’aereo solare è dunque atterrato all’aeroporto di St. Louis  confermando la tabella di marcia prestabilita.

Solar Impulse prenderà nuovamente il volo alla volta di Washington per poi raggiungere New York, tappa definitiva della traversata solare.

 

[foto da alternativenergia.hu]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...