L’olio da cucina brilla di nuova luce

ol_b1Sembra proprio che l’olio da cucina usato sia destinato a un grande futuro nel campo dell’energia. Dopo avervi raccontato del Boeing della KLM che vola da Amsterdam a New York alimentato per il 25% da olio usato, ecco che dall’Inghilterra arriva la notizia di un’intera centrale elettrica che userà olio da cucina di scarto per produrre energia.

 

Secondo i piani, sorgerà nel 2015 a Beckton, a est di Londra, e sarà in grado di fornire energia elettrica a circa 40mila abitazioni. I lavori sono già cominciati, così come la raccolta dell’olio dai fast food e ristoranti della zona.

Gli artefici dell’operazione, il cui valore è stimato sui 200 milioni di sterline, sono il colosso idrico britannico Thames Water, iCON Infrastructure e i gestori 2OC.

 

Una soluzione capace non solo di produrre energia elettrica, ma anche di contribuire a risolvere il problema delle fognature, sempre più spesso ostruite dall’eccessiva quantità dei grassi di scarto. Insomma, quando si dice ‘prendere due piccioni con una fava’. Anzi, con un’oliva.

 

[foto da corriere.it]

Annunci

Una risposta a “L’olio da cucina brilla di nuova luce

  1. Pingback: Cina, l’olio da cucina fa volare i Boeing | Energie Rinnovate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...