I tetti di Bologna dall’amianto al solare

tetti_bolognaUna svolta che si può svolta non si può. Mi riferisco al primo progetto esecutivo del PAES, il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile, al via a Bologna a partire da marzo, che si propone di rimuovere l’amianto dai tetti del capoluogo emiliano realizzando al contempo impianti fotovoltaici e migliorando l’isolamento termico degli edifici.

 

Secondo quanto previsto dal Piano, gli interventi interesseranno tanto il patrimonio pubblico quanto quello privato e, a fronte di un investimento di 13,5 milioni di euro, potrebbero portare all’installazione di circa 2,2 megawatt di fotovoltaico, corrispondenti più o meno a 18 mila metri quadri.

 

Un’operazione che, oltre al risparmio energetico e all’autoproduzione di energia, garantisce ai cittadini che vorranno approfittare dell’occasione anche la certificazione della qualità delle aziende aderenti al progetto. Inoltre, il Comune si è già impegnato a mettere in atto azioni di agevolazione e semplificazione amministrativa oltre alla promozione attraverso i propri canali istituzionali ed il sito del PAES.

”Cna e Unindustria – sottolinea l’assessore all’Ambiente Patrizia Gabellini  – hanno raccolto la sfida di tenere insieme un progetto di sviluppo delle fonti rinnovabili e la rimozione di un elemento fortemente inquinante come l’amianto, che è un obbligo di legge, la diffusione dell’energia fotovoltaica e il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici”.

 

 

[foto da indire.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...