Italo, la sostenibilità è un treno da non perdere

imagesItalo, Eataly e Ministero dell’Ambiente insieme per ridurre le emissioni nocive e costruire una mobilità su rotaia a impatto zero. Un’intesa sugellata giovedì scorso, quando il Ministro Corrado Clini e il presidente di Eataly, Oscar Farinetti, hanno compiuto un viaggio da Roma a Bologna per dimostrare come sostenibilità ed alta velocità possano convivere perfettamente.
Si tratta di un’ulteriore evoluzione dell’adesione di NTV e Eataly al progetto del Minambiente per la riduzione dell’impronta ambientale, sottoscritto da oltre 70 aziende italiane.

 

Tornando al viaggio, Clini e Farinetti hanno potuto testare con mano ve virtù di Italo in termini di sostenibilità. A partire dalla percentuale di materiabili riciclabili con cui è costruito, il 98%, sino al peso ridotto che gli consente di risparmiare circa il 15% dell’energia in meno per passeggero rispetto ad un treno concorrente. Caratteristiche che, tradotte in cifre, corrispondono a un risparmio energetico annuale di circa 650.000 kWh su un percorso di 500.000 km, con conseguente riduzione nelle emissioni di gas serra.

 

“Il treno è da sempre simbolo di modernità e sviluppo, oggi anche di sostenibilità – ha dichiarato il ministro Clini – Con questo viaggio vogliamo indicare una strada per l’Italia, che investa sull’ambiente, sulla sicurezza del territorio, sulla qualità dei suoi prodotti e sulle eccellenze. L’esperienza di Italo e Eataly dimostra che le politiche ambientali applicate alla qualità dei prodotti e dei servizi aiutano a essere più competitivi. Il ministero dell’Ambiente ha avviato da alcuni anni un’iniziativa nazionale per il calcolo dell’impronta ambientale dei processi produttivi e dei prodotti. Si tratta di un programma che ormai coinvolge più di 70 imprese, molte delle quali leader a livello nazionale. Tra queste compaiono Italo e Eataly. È per noi un privilegio essere partner di queste realtà virtuose che dimostrano che in Italia si può fare”.

 

[foto da tecnologopercaso.com]

Annunci

Una risposta a “Italo, la sostenibilità è un treno da non perdere

  1. Il ministro Clini sta facendo qualcosa di analogo anche per l’impronta ambientale dell’attività di Trenitalia ? Oppure si limita a considerare i treni ad alta velocità ,limitatamente di proprietà di miliardari ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...