Enel ed Eni: la “strana coppia” dell’auto elettrica

20121101211149-2012-71715-NDPUn accordo che può imprimere una svolta decisiva allo sviluppo della mobilità elettrica in Italia. È quello siglato da Enel ed Eni, e che a partire dal prossimo marzo consentirà di ricaricare i veicoli elettrici presso benzinai del cane a sei zampe.

 

È la prima volta che un’azienda petrolifera e una utility dell’elettricità firmano un’intesa di tale portata che rappresenta ad oggi un unicum a livello mondiale.  E visto i due pesi massimi in campo non è esagerato pensare che la “strana coppia” possa rappresentare il vero punto di svolta per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia: i veicoli non mancano, la tecnologia neppure e la rete di distribuzione della penisola è più pronta alla svolta della e-mobility di quella di molti altri Paesi europei.

 

In particolare, circa 5mila colonnine di ricarica saranno installate in altrettanti distributori sulla rete stradale e autostradale; un’operazione che presto potrebbe davvero consentire di effettuare un viaggio da Bolzano a Palermo a bordo di un’auto elettrica senza alcun disagio.

 

Con EnelFast Recharge, la nuova colonnina a corrente alternata da 43 kilowatt, è già possibile fare il pieno di energia in circa mezz’ora e, grazie all’offerta Enel Drive, non si spendono più di 25 euro al mese.

 

Eni, da parte sua, può vantare ben 4.700 stazioni di servizio dislocate su tutto il territorio nazionale, di cui 127 in autostrada.

 

L’accordo siglato tra i due colossi energetici italiani rappresenta dunque una vera e propria pietra miliare, anche a livello internazionale, sul cammino che porta a una mobilità sempre più sostenibile. Fulvio Conti, ad di Enel, ha così commentato: “Con questo accordo si dà nuovo impulso alla disponibilità della ricarica, un fattore determinante per gli automobilisti nella scelta di qualsiasi tipo di auto. Questo accordo, insomma, ci consente di sviluppare sempre più sia la tecnologia che i servizi”.

 

 

[foto da lavorofacile.eu]

Annunci

Una risposta a “Enel ed Eni: la “strana coppia” dell’auto elettrica

  1. I used to be recommended this website by way of my cousin.
    I am now not certain whether this publish is written by
    him as nobody else know such special about my trouble. You are incredible!
    Thanks!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...