Un fotovoltaico coi fiocchi (di neve)

Chi l’ha detto che fotovoltaico e neve non possono andare d’accordo? Il buon senso, si direbbe. Eppure un team di ricercatori, divisi tra USA e Canada, sembra voler rovesciare questo luogo comune e sta rivalutando il rapporto esistente tra la neve e celle solari, e dimostrando che le due cose non si escludono a vicenda.

In particolare, gli scienziati della Michigan Technical University vanno sostenendo che, se è pur vero che una bella nevicata può oscurare i pannelli determinando un temporaneo blackout, è altrettanto vero che, statisticamente, la maggio parte delle nevicate si verificano in periodi precisi e la neve, anche in pieno inverno, non rimane sui pannelli a lungo.

Anzi, per i ricercatori il fotovoltaico potrebbe addirittura beneficiare di un piccolo aiuto extra nel suo lavoro di raccolta dell’energia solare grazie a ciò che è conosciuto come “l’effetto albedo”, ossia l’effetto di riflessione della luce solare: in pratica, un pannello genererebbe un quantitativo maggiore di elettricità così come gli sciatori hanno più possibilità di scottarsi nelle giornate soleggiate di inverno.

Per provarlo, il team ha creato un modello informatico per prevedere di quanto si ridurrebbe la produzione di energia elettrica con differenti quantità di neve a copertura dei moduli solari montati in diverse angolazioni da piatti a spioventi. “Nella maggior parte dei casi le perdite di potenza sono risultate minime, anche in clima nevoso come quello del Canada” ha spiegato Joshua Pearce, uno dei ricercatori che lavorano al progetto.

 

[foto da earthtechling.com]

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...