Dopo l’energia solare, quella lunare

La notizia è di quelle che si fanno notare. I designer e gli ingegneri della Rawlemon hanno trovato il modo di produrre energia dai raggi lunari. Questo grazie a ”ß.torics”, un prototipo creato dal designer André Broessel  in collaborazione con il suo gruppo di progetto, che reinventa il concetto di solare a concentrazione.

Il prototipo è costituito da una sfera di vetro in grado di generare una concentrazione energetica 10.000 volte superiore rispetto ai normali sistemai fotovoltaici biassiali, migliorando l’efficienza energetica di oltre il 35%. Così, visti i sorprendenti risultati, si è pensato di sfruttare le potenzialità di ”ß.torics” anche per catturare l’energia prodotta dalla luce riflessa dei raggi lunari durante le ore notturne.

Impermeabile al 100%, perfettamente sferico e dotato di un sistema di rotazione naturale per il riposizionamento ottico ottimale, ß.torics può essere collocato ovunque, indipendentemente dall’inclinazione o dall’orientamento. Inoltre, vale la pena notare come l’esclusivo design lo renda anche un interessantissimo elemento architettonico. E sono stati gli stessi creatori a ipotizzarne possibili applicazioni anche nel campo dell’architettura, partendo dalla realizzazione delle stesse pareti trasparenti, per arrivare alla produzione integrata di energia, senza per questo rinunciare all’illuminazione naturale.

E non solo. Perché introducendo dell’acqua all’interno si potrebbero aprire nuove strade anche nella produzione di energetica termica. Staremo a vedere.

 

[foto da boasnoticias.pt]

Annunci

Una risposta a “Dopo l’energia solare, quella lunare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...