Dalla ricarica veloce alla Formula E, le nuove frontiere dell’auto elettrica

Caricare l’auto elettrica in un minuto, o anche meno. Questa la novità proveniente dalla Corea, dove un gruppo di scienziati ha sviluppato una batteria al litio che può essere ricaricata da 30 a 120 volte più velocemente delle batterie presenti oggi sul mercato.

Secondo la stima dei ricercatori dell’Istituto Nazionale di Scienza e Tecnologia di Ulsan, la nuova tecnologia ridurrebbe il tempo di ricarica a meno di un minuto. Al momento il progetto è ancora in una fase sperimentale, anche perché le nuove batterie con la ricarica ultra-veloce non sono per ora a buon mercato, cosa che diventa un problema in quanto già  le batterie attualmente utilizzate per i veicoli elettrici sono già troppo costose per la maggior parte dei clienti automotive. Tuttavia, la strada sembra ormai tracciata e la commercializzazione sembra solo una questione di tempo.

 

E a proposito di velocità, è alle viste il campionato di “Formula E, una sorta di Formula 1 dove però le auto sono tutte elettriche.

L’appuntamento è per il 2014, e per il momento coinvolge dieci team e venti piloti, tutti equipaggiati con motori alimentati da batterie a ioni litio. La nuova Formula E nasce dall’accordo siglato a inizio settimana dalla Federazione internazionale dell’automobile (Fia) con cui l’organismo che governa la Formula 1 concede in licenza i diritti commerciali a un consorzio di Hong Kong, Formula E Holdings Ltd, del quale il principale investitore è il businessman spagnolo Enrique Banuelos.

Una decina le città candidate a ospitare i Gran Premi: Hong Kong, Shanghai, Pechino, Mumbai, Sydney, Città del Capo, Rio de Janeiro, Mosca, Città del Messico, Miami e Los Angeles. Tutti circuiti urbani, perché «le città sono l’ambiente naturale per l’auto elettrica» spiega Agag. Per quanto riguarda l’Europa, sono in corso trattative con Berlino per un percorso attorno alla Porta di Brandeburgo.

Secondo quanto si apprende, in palio a fine stagione un premio di due milioni di euro per il costruttore e di quattro milioni per i piloti vincenti.

 

[foto da carbuzz.com]

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...