La geotermia “made in Italy” conquista gli Usa

Coi solleoni agostani la notizia potrebbe essere sfuggita a qualcuno. E allora la sottolineiamo noi.  L’Associazione geotermica degli Stati Uniti (GEA) ha premiato Enel Green Power per il progetto ibrido solare-geotermico di Stillwater negli Usa.

Oltre che un premio per l’azienda delle rinnovabili di Enel è un riconoscimento per l’esperienza ormai centenaria e lo sviluppo tecnologico nella geotermia che da sempre vede l’Italia leader del settore a livello mondiale.

L’impianto di Stillwater è la prima centrale ibrida di questo tipo realizzata al mondo e non a caso la GEA ha conferito l’Honors Award attribuendo al progetto il massimo dei voti. Come spiegato nella motivazione del riconoscimento l’impianto del Nevada è un esempio ambizioso che documenta che “la tecnologia consente di realizzare progetti stand-alone geotermici o solare più economici e tecnologicamente fattibili”.

 

Anche se di questi tempi Enel non riscuote grandi consensi in rete, bisogna riconoscere che il premio è un bel risultato per l’Italia delle rinnovabili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...