Dai ragazzi di oggi, la sostenibilità di domani

“Siamo ragazzi di oggi, pensiamo sempre all’America” cantava tanti anni fa Eros Ramazzotti. Ma i tempi sono cambiati, e le nuove generazioni sembrano avere altre priorità. Come, ad esempio, quella di prepararsi un futuro più sostenibile.

Proprio ieri, infatti, sono stati premiati i vincitori di PlayEnergy 2011, il concorso green  che ha scelto i migliori progetti improntati alla sostenibilità ambientale presentati da circa 130mila giovani provenienti da tante scuole italiane e non. Intitolata “E tu di che energia sei?”, l’iniziativa ha coinvolto studenti di istituti secondari di Italia, Cile, Brasile, Costa Rica, Guatemala, Panama, Romania, Russia, Slovacchia e Stati Uniti.

In particolare, sono state selezionate le migliori idee incentrate su soluzioni di mix energetico “senza sprechi” ritenute più adatte allo sfruttamento reale delle diverse fonti presenti nel Paese di origine dei partecipanti.

Ma la premiazione è stata anche l’occasione per permettere a tutti i concorrenti di incontrarsi, dando vita a una sorta di “community internazionale” formata da ragazzi uniti dalla stessa voglia di green.

Per quanto riguarda le scuole italiane, l’Istituto a cui appartiene l’alunno vincitore si è aggiudicato un impianto fotovoltaico della potenza di 2 kW (o un finanziamento di 6.000 euro se la scuola non avesse i requisiti tecnici necessari per l’installazione) messo a disposizione da Enel Green Power. Il secondo e il terzo classificato, viceversa, si sono dovuti “accontentare” di un finanziamento di 3.500 e 1.500 euro.

[foto da comune.roncobriantino.mb.it]

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...