“Energie per il sociale”, le rinnovabili accendono nuove speranze

Per il mondo delle rinnovabili, oggi è una giornata più importante di quanto si possa pensare.

Nel pomeriggio, infatti, il Gestore Servizi Energetici (GSE) presenta Energie per il sociale”, il progetto che prevede l’installazione di una serie di impianti green realizzati da chi vive ai margini della società.

Dai detenuti agli ospiti delle comunità di accoglienza, sono coloro che in genere qualifichiamo come “esclusi” i veri protagonisti di un’iniziativa capace di unire sostenibilità ambientale e solidarietà sociale.

 

Fondamentale è stato il ruolo ricoperto dal GSE, che è stato capace di aggregare istituzioni, associazioni e quelle imprese che hanno accettato di contribuire al progetto. E si tratta di realtà di primo piano come E.On, Enel Green Power, Kinexia, Ecofor e Cogip Power.

 

Emilio Cremona, presidente del GSE, ha dichiarato: “Ci siamo preoccupati di creare sinergia e condivisione innescando progetti trasversali. Verrà realizzato un ombrellone fotovoltaico con componenti realizzati dai ragazzi di San Patrignano e nasceranno un parco giochi e una fontana solare per il Gaslini realizzati dal gruppo Abele e dai ragazzi del carcere minorile di Nisida”.

Gli ha fatto eco don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele: “Nel momento in cui la mancanza di occupazione è un problema sempre più drammatico, noi cerchiamo di dimostrare che la speranza è possibile anche per chi ha più difficoltà di altri. Nelle nostre cooperative c’è un 30% di persone che hanno avuto esperienze come il carcere o la tossicodipendenza. E a tutti vogliamo offrire non solo un sostegno ma anche un lavoro utile. Ad esempio con l’energia pulita che fa parte di un progetto di educazione a stili di vita più maturi“.

Secondo le stime del GSE, grazie a “Energie per il sociale” saranno prodotti 500mila kwh all’anno da rinnovabili con una riduzione di CO2 pari a 25° tonnellate.

 

[foto da adnkronos.com]

 

 

 

 

 

Annunci

2 risposte a ““Energie per il sociale”, le rinnovabili accendono nuove speranze

  1. Pingback: L’energia sostenibile sostiene San Patrignano | Energie Rinnovate

  2. Pingback: L’energia di Enel per San Patrignano | La Mia Notizia - Citizen Journalism in Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...