Messico e sole

Quindicimila metri quadrati di moduli fotovoltaici. È questo il contributo che Città del Messico sta dando allo sviluppo delle rinnovabili in Messico, cercando di promuovere la diffusione dell’energia a basso impatto ambientale e facendo così crescere le attività del Laboratorio dell’Illuminazione, primo edificio del governo energeticamente autosufficiente. È quanto ha annunciato il capo del Distretto Federale (quello che da noi sarebbe il sindaco), Marcelo Ebrard.

Per ora, la struttura si compone di 136 moduli che soddisfano le necessità energetiche riducendo il consumo e l’impiego di combustibili fossili inquinanti, strettamente correlati all’aumento delle emissioni climalteranti. “Vogliamo che le nostre figlie e figli abbiano una città migliore rispetto a quella che abbiamo ricevuto noi come generazione, e allora dobbiamo ridurre il consumo energetico per far sì che le emissioni in atmosfera diminuiscano”, ha detto Ebrard.

Il Laboratorio rappresenta un’esperienza unica in America Latina, effettuando test su apparecchiature di illuminazione di qualità e passando poi all’istallazione pubblica per garantirne la resistenza al calore, al vento, alla polvere, alla pioggia, agli sbalzi di tensione e anche a fenomeni naturali come le vibrazioni causate dai terremoti.

 

[foto da sempreinviaggio.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...