Archivi tag: Fotovoltaico

Dagli USA, la panchina solare che ricarica lo smartphone

m_7g5i“I cellulari di oggi non si limitano a fare telefonate, perché  allora le nostre panchine dovrebbero essere solo posti a sedere?”. Così Martin J. Walsh, sindaco di Boston, ha voluto presentare Soofas, la  panchina intelligente ed ecofriendly capace di ricaricare tablet e cellulari grazie all’energia solare.

 

Il dispositivo è stato inventato dal Changing Environments, spinoff del MIT Media Lab  co-fondato da tre giovani donne, è pronto ora ad invadere i parchi della capitale del Massachusetts.

 

Dotata di un modulo fotovoltaico, una batteria e due porte USB per la ricarica gratuita dei dispositivi mobili, questa innovativa “panchina solare” è anche in grado di collegarsi in modalità wireless ad internet. Ciò le permette di caricare le informazioni ambientali basate sulla posizione, come ad esempio i dati sulla qualità dell’aria e i livelli di rumorosità.

 

Le prime 12 panchine intelligenti sono già state istallate  la scorsa settimana al Titus Sparrow Park, al Boston Common, e al Rose Kennedy Greenway, che si vanno a sommare a quelle presenti presso il campus del Babson College e del MIT, mentre ulteriori postazioni potranno essere scelte direttamente dai residenti.

 

Il progetto ha colpito anche il Presidente Obama, quando a metà giugno è stato presentato in anteprima durante la White House Maker Faire, l’evento alla Casa Bianca per la celebrazione della “rinascita del settore manifatturiero americano”.

 

 

[foto da ticinonews.it]

Solar Impluse, prove di giro del mondo

RTEmagicC_Solar_Impulse_UK_page_image_2.jpgLo avevo preannunciato ad aprile, ed ecco che iniziano i primi test per Solar Impulse 2, il nuovo prototipo di aereo solare che si prepara a compiere il giro del mondo.

L’impresa è in programma per il prossimo anno, ma i due piloti André Borschberg e Bertrand Piccard hanno compiuto il primo volo di prova la settimana scorsa nei cieli della Svizzera. La quota massima raggiunta durante la prova è stata di 1.670 metri e la velocità media di poco superiore ai 55 chilometri all’ora. “Questo volo inaugurale è una tappa importante, un ulteriore passo verso il giro del mondo”, ha commentato André Borschberg.

Rispetto al primo modello, Solar Impulse 2 integra nuove tecnologie per essere più efficiente, affidabile e, in particolare, più adatto ai voli a lungo raggio. “È il primo aereo che avrà una resistenza quasi illimitata”, ha aggiunto Borschberg.

Solar Impulse 2 ha un’apertura alare di 72 metri, 8 in più rispetto al predecessore, ed è coperto da 17.000 celle solari che alimentanoquattro motori elettrici. Durante il giorno, le celle ricaricano le batterie (rigorosamente al litio) permettendo così anche il volo notturno.

Per quanto riguarda il giro del mondo, il velivolo partirà dalla Regione del Golfo per sorvolare sopra il Mare Arabico e si dirigerà verso India e Cina prima di attraversare il Pacifico, gli Stati Uniti, l’Atlantico e l’Europa meridionale.

[foto da altran.co.uk]

Arriva il fotovoltaico: il tè non è mai stato così verde

 

???????????????????????????????

 

 

 

 

 

 

 

 

“Fa bene al gusto, fa bene al cuore” recitava un vecchio slogan di una marca di tè.
Ora, parafrasandola, si potrebbe aggiungere anche “fa bene all’ambiente”, ma solo ammesso che sia Williamson Tea.
La prestigiosa casa inglese ha infatti da poco inaugurato il progetto fotovoltaico più grande dell’Africa orientale per portare energia verde e pulita alla piantagione di tè di Changoi, nella contea del Bomet, in Kenya occidentale. A costruire e installare i pannelli la ditta inglese Solarcentury.

 

Una scelta che abbatterà del 30% i costi economici della Williamson Tea, oltre ad abbassare la richiesta di elettricità della rete nazionale e il consumo di diesel adibito alla produzione di energia di riserva.
“In un Paese che gode di irradiazione solare e terreni in abbondanza – ha detto il direttore della sede di Solarcentury in Africa orientale, Dan Davies – il fotovoltaico è la soluzione perfetta e riduce la dipendenza dai combustibili fossili, migliorando, allo stesso tempo, la sicurezza energetica”.

 

“Il parco fotovoltaico di Williamson Tea a Changoi – ha affermato invece Frans van den Heuvel, amministratore delegato di Solarcentury – è un tipico esempio del modo in cui il fotovoltaico e i mercati emergenti in Africa possono aiutare a soddisfare i sempre maggiori fabbisogni di energia delle economie in crescita”.

 

[foto da solarcentury.com]

Primo impianto fotovoltaico in Pakistan. Ed è già record del mondo?

fotovoltaico1Quando si dice partire alla grande. Un paio di settimane fa, infatti, il Pakistan ha inaugurato il primo parco fotovoltaico, che ha iniziato a generare energia sfruttando i primi 100 megawatt per un totale di 1.000 MW da raggiungere entro il 2016.

Dal costo complessivo stimato in oltre 130 milioni di dollari e composto da 400mila moduli, una volta a pieno regime il parco solare di Quaid-e-Azam Solar Parkdovrebbe riuscire a ottenere più del doppio dell’energia prodotta dalparco solare del Mojave in California, attualmente detentore del record di cui avevo scritto a febbraio.

“Tra un anno e mezzo qui si vedrà una distesa di pannelli solari, edifici residenziali e uffici, sarà come vivere in un nuovo mondo” ha dichiarato l’ingegnere  Muhammad Sajid mentre per il primo ministro Nawaz Sharif la mancanza di energia elettrica ha riportato indietro il paese mentre l’intero settore industriale e agricolo hanno sofferto immensamente.”

[foto da freereporter.info]

Ecco il solare: la Casa Bianca diventa più verde

l43-congresso-121029142200_medium

 

 

 

 

 

 

Sono diventati pienamente operativi i pannelli solari installati sul tetto della Casa Bianca.
A darne notizia, alcuni funzionari dell’amministrazione Obama in concomitanza con l’annuncio del Presidente di una serie di iniziative per promuovere l’energia solare.

Per motivi di sicurezza, i pannelli coprono solo una parte del tetto dell’edificio più famoso di Washington. Tuttavia, l’installazione ha la sua importanza poiché intende mostrare come anche gli edifici storici possono avvalersi dell’energia prodotta dal sole.
In passato, la Casa Bianca ha già avuto pannelli solari: nel 1979 il presidente Jimmy Carter ne aveva fatto installare alcuni che però il suo successore Ronald Reagan aveva fatto smantellare sette anni dopo.

Per quanto riguarda la politica energetica di Obama, il Presidente ha annunciato finanziamenti pari a due miliardi di dollari per misure di risparmio energetico negli edifici del governo e per la formazione di 50mila tecnici esperti in pannelli solari.

[foto da lettera43.it]

Solar Impulse, sfida mondiale

1397118803_Solar-Impulse-2-Daylight-Revillard-600x335Non è la prima volta che su Energie Rinnovate di parla di Solar Impulse, l’aereo alimentato esclusivamente dall’energia solare. Dopo aver compiuto diverse trasvolate, tra cui il “coast to coast” degli Stati Uniti, ora si prepara a compiere il giro del mondo.
Proprio la settimana scorsa è stato presentato Solar Impulse 2, monoposto come il suo antenato, che dovrà circumnavigare il pianeta senza l’utilizzo di carburanti.

Un team composto da ben 80 tecnici ha lavorato per costruire un veivolo ancora più performante, da mettere a disposizione dei piloti Bertrand Piccard e André Borschberg.

“La visione non conta nulla se non è sostenuta dall’azione. Con gli 8 record mondiali del Solar Impulse 1, il primo aereo ad energia solare in grado di volare durante la notte, attraversare due continenti e volare attraverso gli Stati Uniti, abbiamo dimostrato che le tecnologie pulite e le energie rinnovabili possono realizzare l’impossibile”, ha affermato Bertrand Piccard, fondatore e Presidente di Solar Impulse. “Adesso dobbiamo andare ancora oltre”, ha aggiunto André Borschberg, co-fondatore e Amministratore Delegato. “Solar Impulse 2 avrà un’autonomia virtualmente illimitata e ora dobbiamo assicurarci che il pilota sia “sostenibile” tanto quanto il suo aereo. Questo è il motivo per cui il volo intorno al mondo sarà un’impresa tanto umana quanto tecnologica”.

 

Solar Impulse 2 dovrà essere in grado di volare per 5 giorni senza sosta, attraversando l’oceano. Ovviamente, l’unica energia su cui potrà contare sarà quella solare, catturata dai pannelli fotovoltaici montati sulle ali.
Tra circa un mese comincereannoi voli di prova e a marzo 2015 Solar Impulse 2 partirà dall’area del Golfo sorvolando in ordine Mar Arabico, India, Birmania, Cina, Oceano Pacifico, Stati Uniti, Oceano Atlantico ed Europa del Sud o Nord d’Africa prima di concludere l’impresa ritornando al punto di partenza.

[foto da wired.it]

Apple, la mela del web è sempre più verde

apple_sostenibilitaMolto bene Apple, bene Google e Facebook, dietro la lavagna Microsoft, Twitter e soprattutto Amazon. Questa la classifica che emerge dal rapporto redatto da Greenpeace, intitolato “Clicking Clean: How Companies are Building the Green Internet”, che analizza le misure adottate dalle web companies in tema di sostenibilità ambientale.

 

Ebbene, la mela di Cupertino è nettamente la più virtuosa grazie ai servizi iCloud e iTunes, alimentati con il 100% di energie rinnovabili, ma anche grazie all’impianto fotovoltaico privato più grande degli Usa, che fornisce elettricità ai propri data center nella Carolina del Nord.

 

“Apple è l’azienda più innovativa e determinata nel raggiungere l’obiettivo del 100% di energia rinnovabile”, si legge nel rapporto.
Dopo la mela, la classifica redatta dal rapporto vede Facebook e Google, anch’esse sulla buona strada verso un’alimentazione dei propri data center rinnovabile al 100%, seguite da Yahoo!.

Giudizio negativo su Microsoft, più impegnata ad acquistare certificati verdi che a cambiare le fonti di approvvigionamento energetico.

Tra le altre grandi aziende, male anche eBay, che ”si alimenta prevalentemente a carbone”, mentre Ibm e a Twitter non forniscono informazioni sulle proprie politiche ambientali. Fanalino di coda Amazon, alimentata solo per il 15% con energie rinnovabili.

 

[foto da effettoterra.org]